5 cose che non sai sulla deduplica nel Performance Marketing

Lo scopo di uno sistema di deduplica nel Performance Marketing è di evitare che un advertiser paghi due volte la stessa transazione. Questo check avviene considerando sia i publisher sul programma di affiliazione, sia le altre fonti di traffico del cliente. In questo articolo rispondiamo a tutti i dubbi sul modello e descriviamo l’approccio di Tradedoubler.

  1. La modalità last cookie win

Tradedoubler lavora in modalità last cookie win. Ciò significa che, rispetto ai partner che lavorano sul programma, la transazione viene attribuita all’ultima fonte che ha reindirizzato l’utente all’e-commerce prima che l’ordine venisse finalizzato. Un modello di deduplica che ha come sistema di attribuzione il last cookie effettua lo stesso tipo di check considerando tutti i canali con i quali il brand sta lavorando. Bisogna ricordare anche che la deduplica è uno strumento molto utile per valutare in modo oggettivo le performance di ciascun canale.

  1. A quali canali si applica la deduplica

È necessario attivare la deduplica su tutte le fonti di traffico a pagamento. Si escludono, pertanto, le fonti di traffico organiche e not paid, come le newsletter del cliente e il traffico diretto. Bisogna ricordare, però, di escludere dalla deduplica anche gli onsite couponing, cioè quei partner che incentivano l’utente direttamente sul sito cliente.

Questo perché il traffico organico e quello diretto vengono normalmente attribuiti al canale di affiliazione, l’unico canale di Digital Marketing con il quale è possibile lavorare a revenue share. Nell’affiliazione, infatti, sono i publisher ad assumersi il rischio e a guadagnare una commissione solamente quando la vendita viene portata a termine.

Vengono esclusi anche i partner di onsite couponing perché, fornendo un incentivo all’acquisto direttamente sul sito cliente, risulterebbero sempre l’ultimo touch point, cannibalizzando così tutto il traffico proveniente dagli altri canali.

  1. Quando deve essere attivata la deduplica

La deduplica può essere attivata in qualsiasi momento, a patto che venga comunicato in anticipo al Performance Manager e al Technical Manager, in modo da predisporre i passaggi corretti per far passare il canale affiliazione ed effettuare i relativi test. Tuttavia, il consiglio di Tradedoubler è di far partire il programma di affiliazione già con un sistema di deduplica attivo, in mondo da poter valutare fin dalla partenza le performance dell’affiliazione.

  1. Cosa succede se un cliente non vuole attivare il sistema di deduplica

Tradedoubler chiede sempre ai propri clienti di dotarsi di un sistema di deduplica, per quanto affermato prima. Nel caso in cui un cliente decida di implementare un programma di affiliazione senza deduplica, stabiliamo in fase contrattuale il tasso massimo di cancellazioni da effettuare. Il motivo? Non inficiare le performance dei publisher che lavorano sul programma ed evitare che si vedano decurtare delle commissioni senza una motivazione ‘provata’.

  1. Con Google Analytics non risolvi il problema

È importante chiarire una volta per tutte che Google Analytics è un sistema di attribuzione e non di deduplica. La piattaforma di Google non è in grado in alcun modo di deduplicare a monte le fonti, ma serve solo per valutare le performance provenienti dai diversi canali, senza alcuna pretesa di deduplicarle.

Grazie a Giuseppe Salvia, Senior Digital Performance Manager e Pierluigi Stasi, Senior Technical Manager di Tradedoubler per il loro prezioso contributo.

Per maggiori informazioni, scrivimi: [email protected]

Condividi:

Post suggeriti

Contattaci

Scopri come possiamo aiutarti a far crescere il tuo business.