Tradedoubler celebra 20 anni di innovazione, expertise e successi

Quest’anno Tradedoubler festeggia il ventesimo compleanno e abbiamo pensato di condividere alcuni dei momenti che hanno reso questi 20 anni importanti non solo per la nostra azienda, ma anche per i nostri clienti e partner. Sono molti gli avvenimenti e le attività degli ultimi 20 anni di cui siamo orgogliosi, ma partiamo dall’inizio.

La nascita di Tradedoubler

Tradedoubler è stata fondata nel 1999 da Martin Lorentzon e Felix Hagnö come primo network di affiliazione europeo, con l’idea di offrire soluzioni di affiliate marketing basate sulle performance, ad inserzionisti ed editori. Hanno sviluppato una piattaforma solida ed una infrastruttura che consente ai merchant di costruire relazioni con migliaia di affiliati e di offrire ai publisher una vasta gamma di servizi, primo fra tutti il marketing basato sul pay-per-performance.

Il Management di Tradedoubler nel 2000. Da sinistra a destra: l’ex CTO, Peter Sterky (CFO), Pia Persson (Finance Director), Felix Hagnö (CEO e Co-Founder), Håkan Borg e Martin Lorentzon (Co-Founder).

Tre mesi dopo, i risultati portati dalle attività di Tradedoubler sono stati riconosciuti dagli e-commerce svedesi e, nel corso del 2000, Tradedoubler ha avviato un’espansione su tutti i principali mercati europei. E’ stata una grande storia di successo sin dal suo lancio e alla fine di quell’anno il network contava oltre 260 programmi di affiliazione e più di 70.000 affiliati di ottima qualità.

Nel 2001, Tradedoubler ha vinto il premio “Guldmusen”, uno dei più antichi premi IT in Svezia, come debuttante IT dell’anno per la creazione di una piattaforma di affiliate marketing basata sulle performance.

Nel corso del 2002, Tradedoubler ha raggiunto la profittabilità e ha raddoppiato sia il fatturato che l’utile lordo, generando vendite per oltre 200 milioni di euro per i propri inserzionisti, superando tutte le previsioni. Anche il numero di clienti attivi è aumentato nel corso dell’anno del 30%, fino a raggiungere i 400 inserzionisti.

Due anni dopo, Vittoria la Principessa ereditaria di Svezia, ha consegnato a Tradedoubler il premio “Export Hermes” come riconoscimento per la strategia di esportazione di successo. A questo punto, Tradedoubler era diventato il principale fornitore europeo di affiliate marketing e vendita online per oltre 700 inserzionisti, quasi mezzo milione di editori e alcune agenzie leader in tutta Europa.

Gli anni successivi hanno confermato la continua crescita

Nel 2005 Tradedoubler è stata quotata al NASDAQ di Stoccolma e ha lanciato la sua soluzione white-label, che consente agli inserzionisti e alle agenzie di gestire le proprie attività di marketing digitale attraverso un’unica piattaforma. La soluzione utilizza la stessa tecnologia del network di affiliazione pubblico di Tradedoubler e può essere utilizzata come piattaforma di deduplica e tracciamento dei canali di marketing o come gestione delle affiliazioni.

Nel marzo 2006, Tradedoubler ha acquisito una piccola start-up chiamata Advertigo (fondatore Daniel Ek), che ha sviluppato una tecnologia di pubblicità contextual. È così che Lorentzon ed Ek si sono incontrati e hanno avuto l’idea di creare una piattaforma legale per distribuire musica online, lanciando Spotify due anni dopo.

Tradedoubler ha quindi acquisito The Search Works, la più grande società di SEM del Regno Unito e la consociata The Technology Works. L’acquisizione ha ampliato il portfolio di Tradedoubler nel mercato e ha fornito l’opportunità per un’ulteriore espansione geografica.

Nel 2012, Tradedoubler è stato il primo network paneuropeo a lanciare un’offerta integrata per e-commerce e m-commerce per aiutare i propri inserzionisti ad estendere i loro programmi online, in modo tale da soddisfare il desiderio dei consumatori di ricercare e acquistare tramite dispositivi mobile.

Tradedoubler Connect Conference (Londra, 2012).

Nell’aprile 2014 Matthias Stadelmeyer è stato nominato amministratore delegato di Tradedoubler, carica che ricopre tuttora.

Lo stesso anno Tradedoubler ha lanciato uno strumento di business intelligence che fornisce agli inserzionisti informazioni dettagliate in tempo reale sulle performance del programma attraverso dashboard personalizzate che visualizzano dati complessi e consentono agli utenti di ottimizzare i risultati.

Nel gennaio 2015, Tradedoubler ha acquisito la società tecnologica tedesca Adnologies per ampliare la sua attuale offerta in linea con la sua nuova strategia aziendale. Qualche mese dopo Tradedoubler ha lanciato la tecnologia Cookieless Tracking per consentire la tracciabilità del comportamento online degli utenti anche quando non è presente un cookie, attraverso il fingerprint.

Tradedoubler al Dmexco (Cologne, 2015).

In marzo, Reworld Media è diventato il principale owner di Tradedoubler, acquisendo una quota del 19,1% nella società.

Nel 2016 Tradedoubler ha lanciato le insight sulla User Journey, parte della Business Intelligence, offrendo agli inserzionisti la piena visibilità della customer journey dei loro utenti, dall’affiliazione all’intero spettro di attività digitali.

Durante il secondo trimestre del 2016, Tradedoubler ha lanciato il Cross-Device Tracking, consentendo ai partner di analizzare meglio l’impatto delle attività di marketing su desktop e dispositivi mobile. Grazie alla nuova soluzione, gli inserzionisti possono rilevare i consumatori che acquistano su più dispositivi utilizzando la corrispondenza deterministica, in base alla quale i profili dei consumatori sono realizzati sulla base di una connessione anonima tra gli utenti e i loro dispositivi.

Lo stesso anno abbiamo ampliato l’offerta di performance marketing nel Sud-est asiatico con un nuovo ufficio a Singapore, collaborando con numerosi clienti esistenti e nuovi allo sviluppo di strategie di performance marketing in tutta la regione asiatica e acquisendo R Advertising, società di email marketing.

Nel 2016 Tradedoubler ha anche introdotto la sua soluzione di programmatic e prospecting. Attraverso una combinazione di informazioni approfondite basate su dati e intelligenza artificiale, Tradedoubler aiuta a comprendere il comportamento di acquisto e ad identificare e raggiungere nuovi clienti con una comunicazione mirata.

Nell’agosto 2017, Tradedoubler ha acquisito Metapic, una piattaforma che consente di avvicinare il mondo dell’influencer marketing a quello del performance marketing. Sei mesi più tardi abbiamo visto risultati impressionanti in quanto la piattaforma Metapic ha registrato 20.000 utenti con una portata superiore a 2 milioni di visitatori unici a settimana in Svezia, Norvegia e Danimarca. Nel 2018 Metapic è stato lanciato nel Regno Unito, in Francia, Germania, Polonia, Spagna e Italia.

Nel novembre 2018, Reworld Media ha annunciato un’offerta pubblica agli azionisti e detiene il 40% delle azioni di Tradedoubler dopo la scadenza dell’offerta.

Tradedoubler al PI Live (Londra, 2018). 

In questi anni, siamo diventati uno dei network di affiliazione paneuropei di maggior successo e abbiamo un business in più di 80 paesi, supportando oltre 2.000 marchi di inserzionisti leader a raggiungere i loro obiettivi attraverso la nostra consolidata rete di partner che vede oltre 180.000 editori attivi .

Quali sono i prossimi steps?

Il team di sviluppo di Tradedoubler lavora costantemente per offrire nuove funzionalità che mantengano la nostra offerta all’avanguardia nel mercato.

A marzo 2019 abbiamo annunciato la nostra vision di prodotto di una piattaforma open con API globali che consenta a tutti i nostri partner commerciali di utilizzare la nostra tecnologia e le funzionalità per collegare e far crescere la loro attività. Essendo il primo network di affiliazione ad offrire una piattaforma completamente open, trasparente e automatizzata, incoraggiamo la collaborazione e ispiriamo l’innovazione per una nuova generazione di affiliate marketing. Allo stesso tempo abbiamo annunciato l’utilizzo della tecnologia Blockchain per l’archiviazione dei dati. Sempre a marzo 2019 abbiamo rilasciato una nuova interfaccia publisher e una nuova API publisher come prime applicazioni basate sul concetto di piattaforma open. In questo modo gli utenti possono accedere rapidamente alle informazioni di cui hanno bisogno per prendere decisioni aziendali più rapide e profittevoli.

Durante l’anno forniremo continuamente nuove funzionalità alla piattaforma editore e al contempo lavoriamo sulle API e l’interfaccia per clienti ed agenzie (rilascio pianificato per la seconda metà del 2019).

Grazie ai nostri clienti e partner per questi 20 anni di partnership di successo: vogliamo festeggiare e aprire insieme il prossimo capitolo ricco anch’esso di successi.

Per maggiori informazioni scrivi a [email protected]

Condividi:

Post suggeriti

Tradedoubler lancia nuove features per l’Interfaccia Publisher

A Dicembre Tradedoubler ha rilasciato un’estensione di Google Chrome che consente ai Publisher di accedere al proprio Account e ai programmi disponibili ovunque e in qualunque momento. In aggiunta, abbiamo ulteriormente potenziato il Report relativo ai Digital Wallet per offrire maggiore trasparenza sullo stato di questi specifici pagamenti.