Tradedoubler introduce una soluzione di In-App Tracking di lead e vendite

Il mobile performance marketing per seguire il cliente in un percorso di acquisto sempre più imprevedibile e multicanale

IAB Forum – Milano, 3 dicembre 2013 Tradedoubler, il principale operatore europeo nel marketing basato su performance e relative tecnologie,  ha introdotto una innovativa soluzione di In-App Tracking che permette di tracciare le lead e le vendite effettuate attraverso le APP dei retailer installate dai consumatori sui propri smartphone e tablet.

Già nel 2012 Tradedoubler aveva introdotto sul mercato per prima una soluzione di download tracking dedicata alle applicazioni dei propri inserzionisti.  Ora l’azienda mette a disposizione un nuovo strumento di vitale importanza ai fini del successo di una campagna mobile e di una corretta misurazione di remunerazione e risultati, a fronte di comportamenti degli utenti sempre più sofisticati.

Infatti, i dati emersi nel corso del 2013 dalle ricerche condotte da Tradedoubler Insight Unit su otto paesi europei, inclusa l’Italia, evidenziano come il percorso dalla ricerca all’acquisto di prodotti sia stato rivoluzionato dall’arrivo del mobile generando fenomeni come lo showrooming e il  second screening: i consumatori hanno la possibilità di fare acquisti in qualunque momento.   Anche in settori in cui il “contatto fisico” con il prodotto e l’esperienza di shopping sono essenziali, come la moda,  una percentuale di consumatori rilevante (il 18%) ha già installato sul proprio smartphone o sul tablet app che permettono di comprare direttamente in app. 

Le transactional APP rappresentano un fondamentale valore aggiunto per i programmi di performance marketing, in quanto il mobile sta radicalmente trasformando l’esperienza di shopping: lo smartphone è uno strumento di comparazione e acquisto formidabile, e sempre più utilizzato. Le nostre ricerche evidenziano che il 68% degli italiani che ne possiedono uno, e già fanno acquisti online con una certa regolarità, lo usano anche quando fanno shopping nei negozi fisici” spiega Vittorio Lorenzoni, Regional Director di Tradedoubler.

Abbiamo in tasca la possibilità di acquistare direttamente via mobile un prodotto visto in vetrina, se online ha un prezzo migliore, e  possiamo anche  scoprire che l’offerta di un concorrente è più conveniente. Una transactional APP aiuta a trattenere il cliente con sé e si può usare in modo intelligente e mirato insieme agli altri strumenti di performance marketing mobile per accompagnare il cliente in un percorso di acquisto sempre più imprevedibile e personalizzato, in una ottica di multicanalità”.

Permettendo di seguire il cliente anche dopo il download su mobile, la funzione di in-app tracking “ chiude il cerchio” del tracciamento, permettendo di tracciare le lead e le vendite ovunque il consumatore scelga di convertire la sua ricerca in acquisto: sito desktop, sito mobile, app dell’inserzionista, app scaricata da Google Play o da App Store.  E’ possibile monitorare in dettaglio il valore delle azioni post download, che sono definite dall’inserzionista stesso: si possono includere gli acquisti effettuati in-app, ma anche altri parametri di fedeltà (ad esempio il numero di volte in cui l’applicazione viene aperta),  o l’esecuzione di un gioco, o la registrazione a un servizio.

Per i siti editori che ospitano le campagne degli inserzionisti rappresenta una ulteriore opportunità di remunerazione: l’editore che ha generato l’ “ultimo click” viene correttamente remunerato con un modello CPL o CPA per gli eventi in-app, e a CPI (Cost per Install) per l’installazione delle app promosse nella campagna.

I numeri del business confermano

I dati delle nostre ricerche trovano decisamente conferma nei numeri del nostro business” aggiunge Lorenzoni.  “ Abbiamo introdotto i servizi di mobile performance marketing in Italia a inizio anno e già oltre un centinaio di publisher del nostro network locale lavorano con m-site o loro app;  a sett, il 10,6% del traffico italiano sul nostro network proveniva da dispositivi mobili e questa percentuale è certamente cresciuta ancora”.  L’azienda prevede, inoltre, che negli ultimi tre mesi dell’anno il 6% dei ricavi ottenuti dalle campagne dei propri clienti sarà generato da campagne incentrate sull’app download.

I nostri punti di forza sono la flessibilità a raggiungere tutti i diversi tipi di obiettivi, segmentando il target in modo estremamente granulare e conoscendo il suo comportamento nel tempo; ed il supporto di un team dedicato ai clienti che gestisce la complessità e analizza i dati ottenuti aiutando ad affinare in tempo reale le campagne” conclude Lorenzoni.

Numerosi i casi di successo che si possono citare. Ad esempio, Prenatal ha esteso la visibilità delle proprie promozioni anche attraverso i canali mobile; Marlene ha promosso il download della sua APP “Shop & Cook” targettizzando l’attività sui device iOS; The Very Last Room ha tracciato il download della sua APP dedicata alla prenotazione last minute di camere di albergo e le successive attività post installazione; Showroomprive ha utilizzato il canale mobile per promuovere le iscrizioni all’outlet; Interflora ha integrato tutte le opportunità del mobile al fine di aumentare le vendite.

Per informazioni:
Tradedoubler                
Ufficio Stampa 
Tel: 02 919838              
Email: press.it@tradedoubler.com                         

Prima Pagina
Tania Acerbi/Caterina Ferrara
Tel: 02 91339811
Email: tania@primapagina.it  
Email: caterina@primapagina.it